Oggi il docu-film “Donne in prigione si raccontano”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:40

Non solo pallettes, red carpet e…Brad Pitt alla mostra cinematografica di Venezia, ma anche tanta umanità. “Donne in prigione si raccontano” è infatti il titolo del docu-film diretto da Jo Squillo (scritto con Giusy Versace e Francesca Carollo) girato all’interno della sezione femminile della casa circondariale di San Vittore a Milano.

Il docu-film

La pellicola verrà presentata oggi, giovedì 29 agosto, alla 76ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia presso l’Hotel Excelsior, al Lido di Venezia: alle ore 16 presso lo Spazio della Regione Veneto e alle ore 17,30 presso la Pegaso Lounge, in un incontro riservato a una platea di studenti. Alla presentazione interverranno anche tre donne, attualmente detenute a San Vittore, che hanno partecipato alla realizzazione del documentario e che sono state scelte in considerazione del significato che ciò ha avuto nel loro percorso di recupero. Il documentario è stato realizzato in collaborazione con Auser regionale Lombardia e fa parte di un progetto di solidarietà della onlus Wall of Dolls, promossa proprio da Jo Squillo contro la violenza sulle donne. “Cosa spinge una donna a commettere un reato? Questa è la domanda che mi ha fatto nascere l’idea del cortometraggio – dichiara Jo Squillo su Sir – e ho deciso di svilupparla dando un taglio assolutamente unico rispetto a ciò che è stato visto finora: sono state le detenute stesse a riprendersi e raccontarsi. Abbiamo infatti organizzato a San Vittore, nell’arco di tre mesi, un corso professionale per video-operatore che ha dato alle ragazze le competenze necessarie, che potranno spendere anche in un futuro lavorativo. Abbiamo raccolto moltissimo materiale, oltre 8 ore di riprese, e a Venezia porteremo solo un estratto. Ho dato voce a una realtà di dignità, in cui la maggior parte delle donne ha un grande coraggio nel testimoniare la propria rinascita, anche attraverso il coro creato presso la sezione femminile da Auser Regionale Lombardia”. Dal mese di marzo 2016 Auser regionale Lombardia gestisce a San Vittore il coro gospel delle detenute. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.