LE OPERE DI GAITONDE PER LA PRIMA VOLTA AL GUGGENHEIM DI VENEZIA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:00

Le opere dell’artista indiano Vasudeo Santu Gaitonde (1924-2001) sono per la prima volta in mostra a Venezia, all’interno della Collezione Peggy Guggenheim. L’esposizione, iniziata il 3 ottobre, s’intitola “Pittura come processo, pittura come vita” e propone oltre 40 dipinti e opere su carta provenienti dalle più importanti istituzioni pubbliche e collezioni private tra Asia, Europa e Stati Uniti. Al pubblico verrà offerta l’opportunità di esplorare l’arte moderna indiana che caratterizzò i centri metropolitani di Bombay (oggi Mumbai) e New Delhi dalla seconda metà degli anni ’40 alla fine del XX secolo.

L’allestimento ripercorre la carriera dell’artista dalle sue prime composizioni figurative a tecnica mista, agli acquerelli ispirati a Paul Klee, passando attraverso le tele degli anni ’60 -’70 che maggiormente lo contraddistinguono, fino ad arrivare alle ultime opere degli anni ’80 e ’90. La retrospettiva, che chiuderà i battenti il 10 gennaio 2016, è accompagnata da un catalogo di Sandhini Poddar, curatrice della mostra, prima esaustiva pubblicazione sulla vita e la carriera di Gaitonde, edita da Guggenheim Publications in italiano e inglese.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.