“Le dame dei Pollaiolo”, shooting fotografici accanto all’arte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:23

[cml_media_alt id='7125']pollaiolo[/cml_media_alt]Milano tinge il prossimo week-end di rosa. In occasione della tre giorni de “Il tempo delle donne” organizzata dal Corriere della Sera alla Triennale, Il Museo Poldi Pezzoli apre i battenti per un’interessante shooting fotografico accanto alle dame ritratte da Antonio del Pollaiolo, famoso pittore, scultore e orafo fiorentino del ‘400. Il Museo Poldi Pezzoli è una casa-museo situata nel centro storico di Milano a pochi passi dal Teatro alla Scala inaugurato nel 1881. Espone opere di numerosi artisti del rinascimento italiano quali il Perugino, Piero della Francesca, Sandro Botticelli, Antonio Pollaiolo, Giovanni Bellini, Michelangelo Buonarroti e altri.

Lo stemma del museo è il dipinto dal Pollaiolo “Ritratto di giovane dama”. L’elegante figura femminile, ripresa di profilo, ha dato l’ispirazione per l’appuntamento del prossimo fine settimana. Il museo metterà a disposizione di tutto il pubblico femminile un set fotografico dove ogni donna potrà diventare protagonista di scatti esclusivi, rigorosamente di profilo. Questa operazione si inserisce nella serie di iniziative organizzate a corollario della mostra che aprirà al Museo Poldi Pezzoli il 7 novembre 2014, dove saranno riuniti, per la prima volta insieme, quattro tra i più famosi ritratti-simbolo della bellezza femminile della Firenze del Quattrocento. L’operazione è stata resa possibile grazie al sostegno di Fondazione Bracco (Main Partner), Fondazione Cariplo e Regione Lombardia.

“Il Tempo delle Donne – Storie, idee, azioni per partecipare al cambiamento” è un progetto del Corriere della Sera che ha scelto di costruire sulle donne e con le donne una grande inchiesta, che raccoglie e incrocia le voci di personalità pubbliche, esperte, artiste, giornaliste e giornalisti, lettrici e lettori. L’evento, che sarà ospitato alla Triennale di Milano dal 26 al 28 settembre, si propone di raccontare il variegato mondo femminile attraverso 100 episodi in cui si alterneranno conversazioni, laboratori e spettacoli dedicati al tema del lavoro, della tecnologia, della sessualità, della bellezza e molto altro. “Il tutto dedicato alle donne – spiega Barbara Stefanelli, vicedirettrice del Corriere della Sera – e agli uomini che amano le donne”.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.