“Italia da amare”, a Torino la fiera del turismo alternativo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:30

[cml_media_alt id='7233']torino[/cml_media_alt]“La nebbia risale con la luce che accende il sole che s’arrampica per il cielo sempre più grande sempre più rosso sempre più impregnato delle acque del fiume”; così un poeta descriveva il Pò. Dal Piemonte infatti partirà domani 26 e per il 27 e 28 settembre, con “libero ingresso”, la Fiera denominata “Italia da amare” che occuperà Piazza Vittorio Veneto a Torino, per far percorrere attraverso i suoi stand un viaggio ideale dalle Alpi lungo tutto lo stivale con il comune denominatore del “turismo intelligente”, che promette di accompagnare il viaggiatore alla scoperta di luoghi non convenzionali, alla riscoperta dei sapori e dell’artigianato che li caratterizzano nell’assoluto rispetto del territorio e della natura. Questa iniziativa è promossa dall’Associazione Culturale Ideasfera in collaborazione con lo Studio Prap, e patrocinata da Città di Torino, Regione Piemonte e Provincia di Torino invita i visitatori a raggiungere nuovi angoli del “Bel Paese” in un’esperienza che coinvolga tutti i sensi; perché sarebbe riduttivo ammirare le grandiose e popolari città d’arte senza scrutare i paesaggi variegati di questa affascinante lingua di terra o senza assaporarne i suoi frutti, noti in tutto il mondo. Sarà pertanto possibile lasciarsi trasportare nei piccoli borghi storici, conservati come bomboniere, nelle aree marittime protette, tra le montagne e le incantevoli colline e gli scorci rurali che completano la cornice dello stivale dal Piemonte ( con Atl Cuneo, Icif e Turismo Torino) fino alla Sicilia ( con la partecipazione dell’Assessorato all’agricoltura e alla pesca mediterranea della Regione Sicilia), passando per la Toscana, la Basilicata e la Calabria. Alla sua prima comparsa l’evento auspica di poter diventare un appuntamento fisso che attragga i turisti di nicchia o offra una proposta alternativa agli abitanti della penisola più amata al mondo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.