E’ morta a 94 anni l'”erede” di Agatha Christie, la britannica P.D. James

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:14

La sua carriera letteraria iniziò a metà degli anni cinquanta, superati i trent’anni e la nascita di due figli. È stata insignita del titolo di “baronetta” per meriti letterari e i suoi romanzi, tracciati da protagonisti forti e particolari, hanno parlato degli ambienti freddi e burocratici tipici dell’Inghilterra con cui entrò a contatto per la maggior parte della propria vita. E’ la scrittrice inglese P.D. James, morta oggi all’età di 94 anni nella sua casa di Oxford.

Lady James è considerata l’erede di Agatha Christie: i suoi thriller diedero vita al personaggio dell’ispettore Dalgliesh e la sua vita, passata tra il dipartimento di polizia e diritto penale dell’interno e la camera dei Lord come membro di orientamento conservatore, l’ha portata a meritarsi il titolo di una delle migliori scrittrici contemporanee britanniche.

Figlia di un esattore delle tasse e di una maestra, Lady James lavora per 30 anni nel dipartimento Criminalpol e lascia gli studi a 16 anni per indigenza familiare. Nel 1941 si sposa con un medico militare da cui ha due figlie e che poi, dopo la seconda guerra mondiale, viene ricoverato in un ospedale psichiatrico lasciandola sola con la prole. Il suo primo romanzo, iniziato a scrivere a metà degli anni cinquanta, è stato “Copritele il volto”, con protagonista proprio l’ispettore Adam Dalgliesh. Il suo lavoro letterario conta complessivamente una trentina di libri e tra quelli tradotti in italiano troviamo “Un lavoro inadatto a una donna”, “Una notte per l’ispettore Dalgliesh”, “Un indizio per Cordelia Gray” e altri.

Ma i suoi racconti non hanno trattato esclusivamente il genere thriller: nel 1992, infatti, firmò il racconto fantascientifico “I figli degli uomini”, che narra di un futuro in cui l’umanità è infertile e da cui è stato poi tratto il film diretto da Alfonso Cuaron nel 2006. Nel 2013, già ultranovantenne, ha pubblicato il suo ultimo libro, “Death Comes to Pemberley”, che parla di un omicidio che continua la storia di “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austin.
E’ stata una donna popolare, ispiratrice di numerose serie televisive in Gran Bretagna e negli Usa. E il suo nome, tra i migliori del Paese, è destinato a restare ben impresso nella storia della letteratura.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.