DAL 9 AL 17 OTTOBRE SIENA SI TRASFORMA IN MUSEO CONTEMPORANEO A CIELO APERTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:00

Clet Abraham, Xu Hong Fei, Alvin Curran, David Glass, Cracking Art: questi gli artisti che dal 9 al 17 ottobre invaderanno” la città di Siena e la trasformeranno nella Capitale italiana della cultura 2015. La città del Palio più famoso d’italia, si trasformerà in un museo a cielo aperto “attraverso un esperimento di arte diffusa – spiegano gli organizzatori – che cambia il modo di vivere e percepire gli spazi urbani e porta l’arte in luoghi insoliti e nella quotidianità di passanti e turisti, rendendoli protagonisti”.

Uno dei luoghi simbolo sarà l’antico ospedale e complesso museale Santa Maria della Scala, dove si svolgerà “Verso”, un programma di riflessioni sull’arte e l’architettura contemporanea risultato di gruppo di lavoro composto da associazioni, cittadini e istituzioni, nato dall’esperienza dei tavoli degli Stati generali della cultura voluti dall’amministrazione comunale. Altro evento in programma è “#Cre.Di”, installazioni urbane con protagonisti Clet Abraham che il 10 ottobre inaugurerà “Sorride Siena”, facendo sorridere la facciata del Palazzo pubblico in piazza del Campo, mentre Mikayel Ohanjanya, lo scultore armeno vincitore del Leone d’oro per la migliore partecipazione nazionale alla Biennale di Venezia, sempre il 10 presenterà nella sede della Fondazione Mps “Materialità dell’Invisibile #5”.

Il musicista Alvin Curran invece, domenica 11, orchestrerà 4 gruppi bandistici in uno spettacolo itinerante che coinvolgerà tutta la città. Ancora con Xu Hong Fei, artista cinese tra i più apprezzati protagonista della performance “Civil Happiness”, installazioni urbane in luoghi aperti del centro e della periferia mentre i Cracking Art, gruppo di artisti noto per le installazioni di animali giganti in plastica, già dal 9 settembre hanno invaso con le loro creazioni strade e piazze della città del Palio. Il 10 ottobre, Siena celebrerà anche la Notte Bianca del Contemporaneo con numerosi eventi e negozi aperti per coniugare aggregazione ed espressioni artistiche.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.