CORSICA: SEQUESTRATO UN PICASSO DA 25 MILIONI DI DOLLARI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:15

Un quadro di Picasso, del valore di 25 milioni, è stato sequestrato dalle forze dell’ordine francesi a bordo di un panfilo in Corsica, poco tempo prima che venisse venduto ad un acquirente svizzero. L’opera, “Testa di una giovane donna”, è considerata patrimonio nazionale dalla Spagna che, per tanto, ne ha vietato l’asportazione e la vendita.

Le autorità doganali sono intervenute a Calvi, un piccolo porto corso dopo aver scoperto che il quadro stava per essere venduto ad un acquirente svizzero. Il quadro è di proprietà di un famoso banchiere spagnolo, Jaime Botin, 79 anni, la cui famiglia ha uno storico legame con il gruppo Santander. Botin non era a bordo del panfilo battente bandiera britannica intestato a una società di cui è azionista e la proposta di vendita del quadro non sarebbe stata fatta a suo nome. Già nel 2012 una richiesta d’ acquisto per portare il quadro di Pablo Picasso a Londra era stata bloccata dalle autorità spagnole.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.