BRUXELLES INCORONA MATERA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:32

Il Consiglio dei ministri dell’Unione Europea questa mattina ha ufficialmente proclamato Matera capitale della cultura europea per il 2019. Un ruolo importante che condividerà con la città bulgara di Plovdiv. Per la quarta volta è una città italiana a conquistare questo titolo dopo Firenze (1986), Bologna (2000) e Genova (2004). All’annuncio della nomina, salutata con un applauso dei ministri della cultura UE riuniti a Bruxelles, erano presenti anche i sindaci delle due città.

Il sottosegretario ai Beni Culturali e al Turismo Francesca Barracciu ha così commentato l’ufficializzazione del titolo: “Dopo Expo2015, Matera 2019 rappresenta il prossimo importante appuntamento internazionale del nostro Paese. Si tratta infatti di una grandissima opportunità non solo per la Basilicata, ma per l’intero Mezzogiorno e per l’Italia tutta, sia a livello turistico che a livello di pianificazione strategica. La città ha stupito tutti per la sua capacità di raccogliere l’eredità del passato con uno sguardo rivolto al futuro, mobilitando tutta la sua comunità, aprendosi all’Europa e alle contaminazioni culturali, senza dimenticare le proprie tradizioni e la sua millenaria identità storico culturale”.

Matera, che è stata la prima città del sud Italia ad essere nominata patrimonio dell’umanità dall’Unesco, è conosciuta in tutto il mondo per gli storici “sassi”, abitazioni scavate nella roccia che costituiscono uno dei nuclei urbani più antichi al mondo. Essendo situati in una depressione tra i monti circostanti, i sassi hanno reso la città praticamente invisibile agli occhi dei suoi nemici, permettendole così di conservarsi indenne attraverso i secoli.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.