Usa, violentò e uccise la figlia di 10 anni: giustiziato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:15

Una nuova esecuzione è avvenuta in Florida: un quarantenne nero è stato giustiziato dalle autorità dello Stato del sud est, alle 19.27 locali, l’una e mezza ora italiana. Chadwick Banks, 43 anni, è stato dichiarato morto per iniezione letale: era colpevole di aver ucciso la moglie e poi violentato e ucciso anche la figlia.

La Corte suprema degli Stati Uniti aveva respinto il suo appello finale meno di un’ora prima della sua morte: quando fu condannato, Banks aveva 23 anni. Nel settembre 1992, l’uomo aveva ucciso la moglie mentre dormiva con un colpo di pistola alla testa, poi aveva violentato la figlia di 10 anni ed ucciso anche lei sparandole in testa. Poco dopo, Banks aveva confessato tutto alle autorità. Si tratta della trentaduesima esecuzione capitale quest’anno negli Stati Uniti, l’ottava in Florida.

Nel frattempo, una coppia dello stato della Pennsylvania rischia la condanna a morte per aver torturato per giorni il figlio e per averlo ucciso dopo le sevizie. I due, Jillian Tait, di 31 anni, e il suo compagno Gary Fellenbaum, di 23, sono stati incriminati per l’omicidio del piccolo Scott McMillan: il giudizio sul loro caso dovrebbe arrivare entro un mese.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.