Trovato nell’Arno il corpo della sedicenne scomparsa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:16

E’ di Martina Del Giacco, la sedicenne scomparsa da casa da domenica 9 novembre, il cadavere ripescato nell’Arno a Pisa. Il corpo è stato riconosciuto anche dai carabinieri che da giorni stavano coordinando le sue ricerche: decisivo il colore dei capelli, ma anche altri particolari come le scarpe indossate, il piercing e un anello. Le immagini delle telecamere di sicurezza della sua casa avevano fissato le istantanee dell’addio della 16enne, riprendendola alle 21.32 del 9 novembre. Indossava leggins scuri, scarpe basse e una felpa. Pochi passi e poi era svanita nel buio. Qualche minuto ancora, hanno ricostruito i carabinieri, e anche il suo cellulare risultava disattivato, secondo il gestore per colpa di uno “spegnimento da rottura” dovuto a un evento traumatico o, più probabilmente, a una caduta nell’acqua. Qualche ora prima la ragazzina aveva anche modificato il suo stato della chat istantanea del cellulare con un ‘Sayonara’ e lasciato messaggi preoccupanti su fb.

La zia aveva trovato nella sua camera anche un suo biglietto: “Questo posto non è per me, grazie di tutto”. I carabinieri sapevano da subito che sarebbe stata una corsa contro il tempo. Secondo gli investigatori Martina nel fiume c’è finita la sera stessa della sua scomparsa. Poi le piogge, la piena, ne hanno impedito il ritrovamento. Fino a stamani, quando l’Arno ha restituito il suo corpo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.