TREKKING IN LIBANO: MORTO UN ESCURSIONISTA ITALIANO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:30

Due escursionisti italiani sono precipitati durante una escursione trekking in Libano: uno è morto, l’altro è rimasto leggermente ferito dopo aver tentato di soccorrere l’amico. I due uomini sono caduti in una gola sulle alture di Jrin, nei pressi di Biblos, città costiera 40 chilometri a nord di Beirut. Secondo le prime ricostruzioni, l’incidente è avvenuto quando il primo uomo è scivolato e si è ferito gravemente. L’altro è poi caduto a sua volta nel tentativo di aiutare l’amico a risalire.

Gli escursionisti, dal fondo della gola, sono riusciti a contattare i pompieri per telefono ma senza poter indicare con precisione la posizione. Da quel momento sono iniziate le ricerche tramite i mezzi di soccorso aerei. I due escursionisti sono stati poi localizzati dal personale della protezione civile che, per recuperarli dalla gola in cui si trovavano, hanno fatto intervenire i paracadutisti dell’esercito. Secondo quanto riportato dall’agenzia libanese Nna, la vittima – il più giovane dei due sportivi – sarebbe morto a causa di una frattura del cranio causata dalla caduta. L’ambasciatore italiano Massimo Marotti si è recato sul posto per ulteriori accertamenti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.