Tredicenne in coma per un pugno, arrestato il giovane aggressore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07

Colpito da un pugno alla testa, ora è in coma: è successo ad un ragazzo di 13 anni di Alatri, colpevole di aver risposto male alla madre dell’aggressore. L’adolescente è ora ricoverato prognosi riservata all’Umberto I di Roma.

Nel centro storico della cittadina, un gruppo di ragazzini stava facendo baccano tra i vicoli: gli schiamazzi hanno infastidito una donna che ha chiamato il figlio raccontandogli di essere stata insultata dal gruppo dagli adolescenti. Il ventenne di origini romene è quindi tornato indietro, aggredendo i ragazzi con calci e pugni, finchè non ha assestato il colpo che ha provocato le gravi lesioni al 13enne.

Il giovane, dopo l’aggressione, si è allontanato per andare a giocare a bowling con gli amici, come se non fosse successo nulla. Alcuni testimoni hanno però avvisato i carabinieri della compagnia di Cassino, che sono sopraggiunti sul luogo immediatamente. Secondo quanto riportano le forze dell’ordine, l’aggressore è stato arrestato e dovrà rispondere dell’accusa di tentato omicidio.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.