Tragedia ad Ancona: operaio spara a moglie e figlio, poi si suicida

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Tragedia a Numana, nella provincia di Ancona: un operaio ha ucciso, con un colpo di pistola, la moglie da cui si stava separando e il figlioletto di 5 anni, poi si è suicidato. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine locali, il fatto sarebbe avvenuto intorno a mezzogiorno.

Commerciante di 30 anni, Daniele Antognoni, ha scaricato i colpi della sua Beretta regolarmente detenuta sulla moglie, Paula Corduneanu, una rumena di 28 anni: in preda alla follia si è poi rivolto contro il figlio di 5 anni, Christian, ferendolo a morte. Subito dopo, l’uomo si è puntato la pistola alla tempia e si è ucciso. Quando i soccorritori si sono presentati in casa, la donna era ancora viva: è deceduta però dopo qualche minuto.

I due si stavano separando: l’uomo era tornato a vivere dai genitori da qualche mese. Stamattina Antognoni si era presentato nella casa dove risiedevano la moglie e il figlio pare per tentare una riconciliazione: aveva avvertito la donna con una telefonata. Lei, spaventata, aveva allertato i carabinieri: ma gli agenti sono arrivati sul posto quando la tragedia si era consumata. Pare che ad aprire la porta al papà sia stato il bambino, che non si era reso conto delle intenzioni del padre.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.