SVIZZERA, BASE JUMPER ITALIANO MUORE SCHIANTANDOSI CONTRO LE ROCCE

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Tragedia in Svizzera, dove un italiano è morto schiantandosi sulle rocce nell’Oberland Bernese, nei pressi di Kandersteg. Si tratta di un uomo di 46 anni, impegnato in una prova di base jumping, una disciplina sportiva estrema in cui ci si getta prima in caduta libera per poi aprire il paracadute e atterrare in sicurezza. L’uomo che era insieme a due amici, si è lanciato dalla cima Unteren Tatelistorm, da un’altezza di 2.497 metri nella valle di Gastern.

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, subito dopo il salto l’uomo si è schiantato contro le rocce della montagna. La polizia svizzera ha riferito che lo scorso 22 agosto un incidente simile era successo ad un norvegese che stava praticando il base jumping nella valle San Gallo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.