Sempre più giovani vittime del sabato sera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:47

Avevano fra i 22 e i 25 anni le due ragazze e un giovane che hanno perso la vita questa note in un incidente stradale in località Musetta a Noventa di Piave, in provincia di Venezia. Stando a una prima ricostruzione, l'incidente è stato causato da uno scontro frontale fra una Fiat Punto e una Citroe C3. I corpi sono stati estratti dalle lamiere dai soccordi del 118.

Nel Veronese

In provincia di Verona, un'altra tragedia. Mamma e figlia, rispettivamente di 52 e 28 anni, sono morte in un incidente stradale in cui è rimasto coinvolto anche un 22enne a bordo della seconda vettura, che ora è ricoverato in ospedale.

Una vera strage

Secondo quanto riferisce il centro di ricerche dell'Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale (Asaps), soltanto nei mesi di ottobre e novembre si sono registrati 79 incidenti gravi in cui hanno perso la vita 50 giovani e 166 sono rimasti feriti. “Nei primi 3 fine settimana di ottobre 2019, nelle 16 ore maledette che vanno dalle 22 del venerdì alle 6 del sabato e dalle 22 del sabato alle 6 della domenica, l'Osservatorio aveva già registrato 27 incidenti importanti, col coinvolgimento di giovani e con conducenti sotto i 40 anni” sottolinea l'Asaps. Numeri che inducono a riflettere su una realtà che assume i contorni di una vera e propria strage. L'Osservatorio specifica: “Nei 27 schianti purtroppo si sono contati 24 morti e 46 feriti. Nel primo fine settimana (5-6 ottobre) sono stati registrati 9 incidenti che hanno causato 8 vittime e 23 feriti. Nel secondo fine settimana (12 – 13 ottobre) sono stati registrati ancora 9 incidenti che hanno causato 11 morti e 11 feriti. Nel terzo fine settimana (19 –20 ottobre) sono stati registrati sempre 9 incidenti che hanno causato 5 morti e 12 feriti. Dei 27 incidenti delle notti del fine settimana, 8 sono avvenuti al nord, 8 al centro e ben 11 al sud di cui tutti e tre plurimortali: due con 4 vittime e 1 con due, a dimostrazione che i timori avanzati dall'Asaps di un coinvolgimento sempre più importante delle regioni del Sud nello “stragismo stradale” delle notti del fine settimana, erano assolutamente fondati”. 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.