Prof ucciso e dato alle fiamme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:49

Giallo nel bergamasco dove, nella notte, un professore delle scuole superiori, è stato ucciso a Entratico. La vittima si chiamava Cosimo Errico, 58 anni, ed era originario di Lecce. A trovare il corpo carbonizzato del professore è stato il figlio. L'uomo mancava da casa da ieri sera, quando si era recato a una cascina didattica che gestiva, dove poi èstato trovato morto. 

Le indagini

In un primo momento, gli investigatori hanno pensato ad un incidente causato da una folgorazione, come conseguenza di un corto circuito visto che nella cascina – situata al confine con Borgo di Terzo – era saltata la corrente. Ma da una prima analisi del medico legale, sul corpo sono emerse anche delle ferite di arma da taglio. L'ipotesi è che il docente prima sia stato ucciso a coltellate e poi dato alle fiamme. I carabinieri indagano per omicidio

La vittima

Cosimo Errico, il docente, viveva a Bergamo con la sua famiglia. Era professore di Biotecnologia all'Istituto Natta e gestiva la Cascina dei fiori, fattoria didattica dove svolgeva attività per bambini e dove organizzava feste. Ieri sera, secondo il racconto dei suoi familiari, il prof era andato a sistemare la struttura ma, visto che non rincasava e che non rispondeva al telefonino, la moglie ha chiesto al figlio di andare a verificare cosa era successo. Una volta arrivato alla cascina la tragica scoperta. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.