Piogge e tornado: Centro-Sud nel caos

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:41

Italia ancora flagellata dal maltempo, in particolare al centro sud e già si registrano i danni. A Caserta un forte nubifragio abbattutosi sulla città ha causato il distacco di una porzione di capitello dalla facciata sud della Reggia borbonica, il cui restauro è stato ultimato a inizio 2016. La pioggia intensa, unita a grandine e fulmini, ha provocato in particolare il distacco di una porzione di foglia di acanto del capitello di una delle lesene angolari dell'avancorpo sudoccidentale della facciata, che affaccia su Piazza Carlo III.

Salerno

Spettacolare tromba d'aria in mare nello specchio d'acqua nei pressi del molo Manfredi del porto di Salerno. Il tornado ha provocato il ribaltamento di alcuni container allo scalo commerciale marittimo salernitano e spavento per alcuni operai che, in quei momenti, erano al lavoro su carrelli elevatori. Immagini e i filmati della colonna d'acqua sono state immortalati da numerosi cittadini con smartphone e condivisi sui social insieme a preoccupazioni e paure. Un operatore portuale ha riportato escoriazioni a una mano e per questo trasportato al San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona dai sanitari della polizia di frontiera marittima guidata da Giuliana Postiglione. La nave “Caronte” ha rotto gli ormeggi, ed è partita. Danni anche a strutture e dissuasori. 

Salento

Disagi anche in Salento. Una squadra di vigili del fuoco e 15 tecnici delle Ferrovie del Sud Est ha rimosso un grosso albero caduto, a causa del maltempo, sulle rotaie della linea Casarano – Novoli, tra Parabita e Tuglie provocando il deragliamento del treno 322 che ha investito in pieno il grosso tronco. Il macchinista e il capotreno – uniche persone a bordo – non hanno riportato alcuna conseguenza. Una violenta tromba d'aria abbattutasi tra i comuni di Parabita e Taurisano ha provocato molti danni soprattutto a capannoni che sono stati scoperchiati. Numerosi sono gli alberi abbattuti dalle forti raffiche di vento in diverse zone del Salento, in alcuni casi anche sulle strade, causando disagi alla circolazione

Il treno della paura

Paura sul treno regionale investito da un altro tornado nella stazione di Roccabernarda (Kr) intorno alle 7,30 di stamane. “Abbiamo avuto giusto il tempo di renderci conto che un nuvolone immenso stava venendo contro di noi, poi è stato un incubo e ci siamo buttati tutti per terra” ha detto all'Agi L.G., passeggera. “Il treno – ha raccontato la donna – è stato prima spostato indietro, poi ha iniziato a ballare. In quel momento eravamo fermi nella stazione di Roccabernarda, non sappiamo per quale motivo. Il treno, come tutte le mattine, era pieno di pendolari. Appena abbiamo sentito gli effetti della tromba d'aria, ci siamo buttati a terra, cercando di coprirci in qualche modo, ma la paura era che il convoglio potesse finire fuori dai binari”. Sono stati attimi drammatici: “Credo – ha detto ancora la testimone – che la nostra fortuna sia stata nel fatto che è durato tutto pochissimi istanti e che siamo stati presi di striscio, altrimenti sarebbe stata una catastrofe. Abbiamo visto i finestrini esplodere, colpiti da oggetti di ogni tipo che hanno invaso le carrozze. Chi era vicino ai finestrini non ha fatto in tempo a ripararsi ed è rimasto ferito dalle schegge, per fortuna in modo non grave”. Tra le persone soccorse, ricorda ancora la pendolare, “c'erano un uomo pakistano, ferito alla fronte, ma anche una donna in stato di gravidanza, portata via da un'ambulanza a scopo precauzionale”.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.