Pedopornografia e ricatto: vittime 26 ragazze

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:26

Un 21enne, residente a Prignano sulla Secchia (Modena), è stato arrestato stamattina all'alba dai Carabinieri di Ischia in collaborazione con quelli di Sassuolo per produzione di materiale pedopornografico ed altri reati. Da quanto risultato dalle indagini, il ragazzo si faceva mandare attraverso Instagram e Whatsapp foto intime di minorenni con le quali aveva precedentemente avviato un'apparente relazione sentimentale via chat.

Una volta in possesso delle immagini osé, ricattava le giovani vittime – nello specifico 26 minorenni – dicendo loro che se non avessero inviato altre foto e filmati, avrebbe diffuso quanto in suo possesso. In alcuni casi, ha minacciato alcune vittime inviando loro filmati riconducibili al terrorismo islamico per intimorirle.

Ora il 21enne è indagato per produzione di materiale pedopornografico utilizzando minori e divulgazione di materiale pedopornografico. Sono state inoltre effettuate anche diverse perquisizioni. Nella casa dell'indagato, i carabinieri hanno sequestrato apparecchiature elettroniche (PC, smartphone, Hard Disk) e una consulenza tecnica informatica vi ha rintracciato materiale pedopornografico.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.