Napoli, ragazzina si cala dal balcone con lenzuola e precipita dal terzo piano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:06

Una bambina di 11 anni residente a Ottaviano (a Napoli) è precipitata dal terzo piano dopo aver tentato di calarsi dal balcone di casa annodando insieme delle lenzuola. A salvarle la vita, i fili per stendere la biancheria dell’abitazione sottostante. La ragazzina, cadendo, ha infatti riportato solo una frattura alla gamba sinistra e una prognosi di 30 giorni.

La porta chiusa

I carabinieri hanno accertato che la bambina era stata lasciata da sola a far compagnia al cuginetto di un anno nell’appartamento degli zii, al secondo piano. A un cero punto, l’11enne è dovuta salire in casa sua, al terzo piano, per prendere un giocattolo.

Ridiscesa, si è accorta che non poteva più rientrare perchè la porta d’ingresso dell’appartamento della zia si era chiusa da sola. A quel punto, ha tentato di rientrare in casa calandosi dall’alto con lenzuola annodate, come forse aveva visto fare in qualche film in tv.

Ma l’undicenne non aveva fatto i conti con la forza di gravità: non è riuscita a reggere la presa ed è precipitata nel vuoto. Per fortuna, la caduta è stata attutita dai fili per stendere la biancheria sul balcone del primo piano, che le hanno salvato la vita. Ancora al vaglio dei militari dell’Arma e della magistratura la posizione dei familiari; ora rischiano una denuncia.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.