Maxi blitz contro la Sacra Corona Unita: 50 arresti in Puglia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:39

Un duro colpo è stato inferto dalle forze dell'ordine alla Sacra Corona Unita. Infatti, alle prime luci dell'alba, i carabinieri di Brindisi hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di 50 persone.

Le ipotesi di reato

Per i 50 arrestati le ipotesi di reato contestato, a vario titolo, sono accuse di associazione mafiosa per la partecipazione alla Sacra Corona Unita, concorso in omicidio con l'aggravante del metodo mafioso, detenzione e spaccio di droga e detenzione e commercio illegale di armi. I presunti affiliati alla Scu, sono finiti nel mirino della Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce in seguito ad un'operazione mirata a debellare il traffico di droga, partita da Brindisi, ma che si è estesa anche alle province di Lecce e Taranto. Nel corso delle indagini inoltre, sono state intercettate frasi connesse al rituale di affiliazione alla Sacra Corona Unita. Secondo quanto riferito dall'Ansa, si tratta del seguito di un'operazione nell'ambito della quale, lo scorso dicembre, per un vizio di forma, vi furono alcune scarcerazioni. Tra i capi di accusa anche l'omicidio, a San Donaci – in provincia di Brindisi – di Antonio Presta, il figlio di un collaboratore di giustizia.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.