Investita mentre attraversava, morta 15enne a Napoli. Ecco chi è indagato

Due amiche stavano attraversando la strada quando un'auto che procedeva verosimilmente a velocità sostenuta le ha investite entrambe

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:59
La Smart coinvolta nell'investimento

Stavano attraversando la strada quando un’auto che procedeva verosimilmente a velocità sostenuta le ha investite: è successo la scorsa notte a Napoli. Una ragazza di appena 15 anni Maya Gargiulo ha perso la vita e l’amica, che di anni ne ha 14, invece, se l’è cavata con una frattura alla gamba destra e una prognosi di 30 giorni.

Indagato per omicidio stradale

L’incidente mortale è avvenuto a Piazza Carlo III. Alla guida di una Smart a 4 posti c’era un 21enne che ora è sotto choc. Il ragazzo si è fermato per prestare soccorso e ha chiamato il 118. E’ indagato per omicidio stradale.

Gli agenti del sezione Infortunistica Stradale della Polizia Locale (coordinata dal capitano Antonio Muriano) gli hanno ritirato la patente. E’ stato poi accompagnato in ospedale per i prelievi ematici che riveleranno se aveva bevuto alcol o se era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. I risultati dovrebbero essere pronti nei prossimi giorni.

L’incidente mortale

Le due ragazzine abitavano a Calata Capodichino, non molto lontano dal luogo dell’incidente, avvenuto intorno all’una di notte mentre stavano tornando a casa. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, il ragazzo, malgrado la zona fosse illuminata, non si è accorto delle due giovani sulla carreggiata e ha preso in pieno la 15enne che ha sfondato il parabrezza prima di essere sbalzata a causa dell’urto violento sul selciato.

L’amica 14enne, anche lei sotto choc come il giovane autista, non è riuscita ancora a parlare dell’incidente con gli investigatori della Polizia Municipale. E’ stata richiesta l’acquisizione delle immagini dei sistemi di video sorveglianza per fare luce sull’ennesimo incidente stradale mortale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.