INGHILTERRA, AEREO PRECIPITA SULLA STATALE: AUTO TRAVOLTE, MOLTE VITTIME

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:30

Il termine usato dalla polizia del Sussex, per ora, è un generico “casualties”, che può voler significare sia “feriti” che, nel peggiore dei casi, appunto “morti”. Diverse squadre di soccorso stanno intanto operando sul luogo dello schianto e centinaia di persone sono ancora bloccate sulla strada statale A27 che è stata parzialmente coinvolta, nel West Sussex.

L’aereo acrobatico partecipava allo Shoreham Airshow e stava effettuando un “giro della morte”, quando alle 13,20 ora locale, le 14,20 in Italia, è precipitato. A confermare la notizia del coinvolgimento di “tante persone” è stata la stessa polizia, che tuttavia non ha ancora fornito ulteriori dettagli. Indiscrezioni però parlano di almeno 7 vittime.

Secondo quanto riportato dalle stesse forze dell’ordine, il velivolo, un Hawker Hunter T mark 7 monoposto, è andato a finire proprio al lato della carreggiata, sui cespugli, coinvolgendo in parte le automobili che transitavano in quel momento. Un testimone oculare contattato dalla Bbc ha detto che l’aereo aveva iniziato a compiere il giro, “ma poi ho pensato che stesse andando troppo in basso e che dovesse riprendere quota. E poi è finito al suolo, molto vicino alla A27 che costeggia l’aeroporto”. Diverse le immagini finite anche su Twitter: si vede una enorme colonna di fumo e fiamme non lontano da una casa.

Nello stesso aeroporto era morto nel 2007 uno stuntman di James Bond. Brian Brown, 49 anni, noto per le sue intepretazioni dello 007 cinematografico, si era schiantato con il suo aereo durante una ricostruzione storica delle battaglie aeree della Seconda Guerra Mondiale

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.