Incendio in casa, morta una 14enne

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50

Tragedia familiare in provincia di Lucca. Una ragazza di 14 anni è morta la notte scorsa in un incendio in una abitazione in provincia di Lucca. L'incidente, secondo le prime informazioni dei vigili del fuoco, è avvenuto verso le 2.30 in una casa colonica bifamiliare nel comune di Borgo a Mozzano, nella Media Valle del Serchio. Il rogo si è sviluppato in una casa di Socciglia, nella frazione Anchiano di Borgo a Mozzano. Al momento dell'incendio erano presenti la 14enne e il padre della ragazza che è rimasto ustionato nel vano tentativo di salvarla dalle fiamme. A renderlo noto, i vigili del fuoco intervenuti la notte scorsa intorno alle 2,30 per domare le fiamme. Secondo quanto spiegato, i pompieri hanno trovato la ragazza già priva di vita una volta entrati dentro l'abitazione. Le cause dell'incendio sono in corso di accertamento. L'immobile è stato posto sotto sequestro dall'autorità giudiziaria.

L'incidente stradale della madre

Anche la madre della 14enne è stata vittima di un incidente. La donna è rimasta ferita in un incidente stradale: avvertita dal marito dell'incendio – in quel momento non si trovava in casa – ha tentato di raggiungere precipitosamente l'abitazione familiare, ma alla guida della sua auto, presa dalla fretta, ha perso il controllo del mezzo e si è schiantata contro un muro lungo la statale del Brennero. Nell'incidente ha riportato traumi e ferite, che non sarebbero gravi, ed è stata trasportata in ambulanza all'ospedale di San Luca di Lucca, dove è ricoverato anche il marito per le ustioni agli arti. Non c'era più nulla da fare, purtroppo, per la figlia della coppia.

Il precedente

E' il secondo incendio con esito mortale nel lucchiese in pochi giorni. Lo scorso 14 gennaio si è spento, dopo ore di agonia, un 41enne brasiliano – Edson Pinheiro De Silva Filho – che si era dato fuoco in casa per fermare lo sfratto esecutivo. L'uomo, ricoverato nel centro ustionati dell’ospedale Cisanello di Pisa, non ce l’ha fatta: troppo gravi le ustioni riportate, su quasi il 70% del corpo. Edson da qualche tempo era alle prese con difficoltà a far fronte al pagamento dell’affitto della casa al piano terreno di un condominio di Corte Panattoni ad Altopascio dove il 13 gennaio, attorno a mezzogiorno, per protesta si è dato fuoco dopo l'arrivo dell'ufficiale giudiziario con l'inimazione allo sfratto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.