GIOCHI ONLINE ILLECITI: SEQUESTRATI BENI PER 25 MILIONI ALLA ‘NDRANGHETA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:32

Ventuno società e trust, 3 partecipazioni societarie, 31 siti nazionali e internazionali di “gambling online”, 36 immobili, 15 tra autovetture e motocicli e ingenti disponibilità finanziarie all’estero, per un valore complessivo di 25 milioni di euro, sono stati sequestrati dagli uomini dei comandi provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia e della Dia di Reggio Calabria unitamente allo Scicp e al Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche di Roma della Gdf all’indomani dell’operazione “Gambling” che ha portato all’arresto di 41 persone.

Le indagini hanno permesso di scoprire una fitta ramificazione di società e trust esteri – con sede a Malta, a Panama, in Romania, nelle Canarie e nelle Antille Olandesi – costituiti ad hoc o acquisiti dalla ‘ndrangheta per la gestione dell’esercizio abusivo del gioco e delle scommesse on line e spesso intestati a meri prestanome di comodo. La rete ha mantenuto, comunque, il centro decisionale e operativo in Calabria, rappresentando anche gli interessi delle cosche locali. Significativa è risultata l’entità delle disponibilità finanziarie sinora individuate all’estero, anche grazie all’efficiente cooperazione internazionale di polizia. Infatti, in Germania e a Singapore sono state sottoposte a sequestro liquidità rispettivamente ammontanti a 1 milione e 700mila euro e a 2 milioni circa di euro.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.