Chicago, torturano un disabile per due giorni in diretta su Facebook: 4 afroamericani arrestati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:41

Ennesima follia negli Stati Uniti, dove la polizia di Chicago ha arrestato quattro persone sospettate di aver diffuso una diretta su Facebook in cui mostrano un uomo legato, imbavagliato. Inoltre, nelle immagine apparse sulla piattaforma social, si vedono i quattro picchiare il malcapitato mentre urlano insulti contro Donald Trump. La vittima delle violenze è un 18enne affetto da disabilità mentale. Secondo le indagini della polizia, le immagini sarebbero state filmate dagli stessi sequestratori, che secondo i media sarebbero quattro ragazzi di origine afroamericana.

Il 18enne disabile è stato trattenuto in ostaggio per due giorni, durante i quali è stato cercato invano dalla famiglia che ne ha anche denunciato la scomparsa. Successivamente il ragazzo è stato liberato dai suoi aguzzini e trovato da due agenti di polizia in stato confusionale mentre vagava per la strada.

Secondo le autorità, la vittima conosceva almeno uno dei suoi torturatori in quanto erano stati compagni di scuola. Il video delle sevizie sul disabile dura circa mezz’ora e si vedono i suoi aguzzini che gli tagliano i vestiti, gli spengono addosso sigarette, lo prendono a calci, lo minacciano con un coltello e lo costringono a bere acqua dal water. Durante le indagini, le forze dell’ordine sono entrati in sospetti di video simili.

“E’ nauseante”, ha detto nel corso di una conferenza stampa il capo della polizia di Chicago, Eddie Johnson, annunciando che i quattro sospetti sono in custodia in attesa della conferma delle accuse.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com