Bangladesh, frana travolge abitazioni a Chittagong: 5 morti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:58

Almeno cinque persone, fra cui tre bambini, sono morte oggi in Bangladesh quando una frana ha travolto la loro casa nel distretto meridionale di Chittagong. La polizia ha indicato che una massa di terra e pietre si è staccata dal fianco di una collina a seguito di intense piogge durate 24 ore e si è abbattuta sulla cittadina.

Travolta un’intera famiglia

 

Secondo alcune fonti locali, le cinque vittime sarebbe tutte appartenenti allo stesso nucleo familiare. La frana ha travolto la loro abitazione mentre stavano tutti dormendo. Inoltre, secondo la polizia, alcune persone risulterebbero disperse. Le autorità hanno dato il via alle operazioni di ricerca e inviato sei mezzi di soccorso per prestare aiuto agli abitanti del villaggio ed iniziare le operazioni di evacuazione dei superstiti verso zone sicure del Paese.

Le cattive condizioni meteo nella zona

Oramai da alcuni giorni, il maltempo imperversa nell’area meridionale del Bangladesh. Proprio a causa delle intense piogge, una massa di terra e pietre si è staccata dal fianco di una collina, abbattendosi sulle abitazioni di Chittagong.

Il selvaggio abusivismo edilizio

Oltre al maltempo, la tragedia che si è verificata nella cittadina del Bangladesh sarebbe anche la conseguenza del selvaggio abusivismo edilizio degli ultimi anni. Infatti, con la complicità di alcuni trafficanti locali, nel distretto si sarebbero recentemente trasferiti circa 20.000 senzatetto provenienti da tutto il Paese. Tutti questi fattori avrebbero creato un pericolo, soprattutto nelle zone collinari, come dimostrato dal verificarsi di altre frane già nei mesi scorsi. E mentre il bollettino meteorologico non accenna a dare segni di miglioramento, le autorità temono che la tragedia si possa ripetere anche in altre regioni collinari bengalesi, come Sitakunda, Dhaka, Barisal e Khulna.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.