ARRESTATO “IL CECCHINO DELLE AUTOSTRADE” CHE HA TERRORIZZATO L’ARIZONA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:20

L’incubo è finito in Arizona. E’ stato, infatti, arrestato “il cecchino delle autostrade” che da fine agosto aveva terrorizzato lo Stato Usa sparando a decine di auto in transito sulla Interstate 1, vicino Phoenix. L’annuncio è stato dato dal governatore Doug Ducey, che però non ha fornito le generalità del sospetto. Gli agenti delle forze speciali Swat hanno catturato l’uomo a Glendale, un sobborgo a ovest di Phoenix, dopo un lungo pedinamento.

A incastrarlo ci sarebbero prove balistiche dell’arma che stava tentando di dare in pegno. Il tiratore non aveva fatto finora vittime, l’unica a riportare ferite e’ stata una ragazza di 13 anni colpita di striscio all’orecchio il 29 agosto, il giorno dei primi attacchi, ma avrebbe potuto causare una strage se anche solo uno dei conducenti delle auto colpite avesse perso il controllo del mezzo.

Per questo era stata scatenata una gigantesca caccia all’uomo, con una taglia di 50.000 dollari e volantini e cartelli per allertare la popolazione e le auto in transito. La polizia e’ convinta che l’uomo arrestato sia coinvolto nei primi quattro attacchi ma non ha escluso che gli attacchi successivi possano essere stati opera di un imitatore.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.