Covid Italia, riaperture, dati e sport: come evolve la situazione

La partenza del Giro d'Italia è programmata per il 3 ottobre mentre per il calcio si cerca un quadro condivisio tra Ferdercalcio ed altre federazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:07

“Si è in condizione di studiare un’eventuale anticipazione delle aperture per altre attività commerciali con differenziazioni geografiche, come richiesto da alcune Regioni, in presenza di un protocollo di sicurezza” afferma il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il premier annuncia che il decreto maggio conterrà, fra l’altro, le eco-ristrutturazioni degli immobili ‘a costo zero’ attraverso il credito di imposta.

La situazione in Lombardia

Il vicepresidente della Lombardia Sala riferisce che il tasso di contagio nella Regione è ora di 0,75, contro la media italiana di 0,80. La Regione lavora a una nuova delibera sulla fase 2, basata su tracciamento e sorveglianza sanitaria, con tamponi
anche a domicilio. Riapre al traffico passeggeri l’aeroporto bergamasco di Orio al Serio. Gli ultimi dati della Protezione civile indicano 236 nuove vittime in 24 ore (ieri +195), per un totale di 29.315, a fronte di un rallentamento dei contagi (+1.075 contro +1.221, dato più basso dal 10 marzo), un calo dei malati (-1.513) e un aumento dei guariti (+2.352).

Veneto ed Emilia hanno fretta, ‘Fare presto sulle aperture’

Veneto e Emilia-Romagna mordono il freno e puntano ad accelerare le riaperture nella fase 2. Zaia fa sapere di lavorare con il governo all’ipotesi, Bonaccini anticipa che, se i dati resteranno favorevoli, potrebbero riaprire in anticipo bar, ristoranti, parrucchieri ed estetisti. Rezza (Iss): ‘Aumentare i tamponi, fare come il Veneto’. Il governo rinuncia alla procedura accelerata nel ricorso contro l’ordinanza della Calabria che consente il servizio ai tavoli in bar e ristoranti. La scelta per avere dal Tar una decisione di merito ‘immediata’.

Lo sport guarda avanti, il giro d’Italia partirà il 3 ottobre

Lo sport guarda alla ripresa e si dà un nuovo calendario. L’Uci ha fissato il Giro d’Italia dal 3 al 25 ottobre, la Milano-Sanremo l’8 agosto, la Tirreno-Adriatico dall’8 al 14
settembre. Gli organizzatori della corsa rosa si lamentano per la sovrapposizione con alcune ‘classiche’ del Nord come la Parigi-Roubaix. Molte squadre di Serie A riprendono gli allenamenti, in forma individuale ed a scaglioni. Slitta il consiglio Figc in attesa di ‘approfondimenti sull’emergenza’.

Settore calcio

Per quanto riguarda la ripartenza dello sport, c’è l’intenzione di convocare Federcalcio e altre federazioni per un quadro condiviso. Sull’economia il premier ammette che, con la caduta del Pil, gli effetti saranno molto dolorosi. É anche per questo, aggiunge, che si sono varate una manovra da 25 miliardi e ora un’altra da 55: “É l’intervento più poderoso degli ultimi anni”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.