Covid-19, Gallera: “In Lombardia oggi 345 decessi. I positivi sono 1.598 più di ieri”

Nella mattinata di oggi, l'assessore al Welfare della Lombardia ha presentato il progetto di un reparto strutturato nell'ospedale di Brescia per la lotta al virus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:16

Sono 55 in meno di ieri le persone ricoverate in terapia intensiva in Lombardia (in totale 1.326): lo ha spiegato l’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera in diretta Facebook aggiungendo che i decessi sono stati 345. Questo significa che i morti di Coronavirus in regione sono state 8.656. In totale il numero di positivi sale a 49.118 con un aumento di 1.598, mentre il numero dei ricoverati non in terapia intensiva 12.002 (+200). I tamponi realizzati sono arrivati a 141.877. Commentando i dati, Gallera ha spiegato che ancora non c’è una riduzione “continua e significativa”. “Ci stiamo assestando e abbiamo bisogno di dare un’ultima spallata” ha aggiunto tornando a chiedere a tutti di stare a casa.

A Brescia un nuovo reparto strutturato

“Bisogna continuare a resistere, e tutto resterà chiuso fino a fine mese. Ma stiamo già guardando a modelli strutturali fino a quando non arriverà il vaccino” Lo ha dichiaro l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, parlando dagli Spedali civili di Brescia, in mattinata. “Dobbiamo anche pensare a curare a regime anche gli altri malati. Per questo oggi a Brescia lanciamo il primo modulo per la gestione dell’emergenza lombarda, un’area interamente dedicata ai malati Covid. Un’area strutturata e non provvisoria“. L’assessore ha presentato il progetto di un ospedale nell’ospedale, con 180 posti letto dedicati all’emergenza Covid. Nascerà nelle prossime settimane in un padiglione degli Spedali civili di Brescia come confermato dall’assessore al Welfare di Regione Lombardia Gallera che ha effettuato un sopralluogo questa mattina. “Qui il sistema è riuscito a fare squadra e siamo riusciti a recuperare due volte e mezzo i posti letto” Scartata definitivamente l’ipotesi di un ospedale da campo nella zona dell’Università di ingegneria a poca distanza dagli Spedali civili, come avrebbe voluto il sindaco di Brescia Emilio Del Bono.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.