Coronavirus, Fauci: “Il focolaio alla Casa Bianca si poteva prevenire”

Lo staff di Pence contrario a plexiglass per il dibattito con Harris di questa sera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:20
Coronavirus

I casi di coronavirus negli Stati Uniti hanno superato quota 7,5 milioni. Lo riporta la Johns Hopkinks University, secondo cui il Paese conta ad oggi 7.500.964 contagi, inclusi 210.886 decessi. Secondo i conteggi dell’università americana il Paese ha registrato ieri almeno 43.562 nuovi contagi, mentre i decessi nelle 24 ore sono stati 705. I totali includono i casi registrati nei 50 Stati, nel Distretto di Columbia, nei territori statunitensi e quelli di persone rimpatriate.

Il covid non è una bufala

Il focolaio di coronavirus alla Casa Bianca avrebbe potuto essere evitato ed è la prova che la pandemia non è una bufala. Lo ha detto ieri l’immunologo membro della task force dell’amministrazione Usa contro il Covid-19, Anthony Fauci, secondo quanto riporta la Cnn. “Date un’occhiata a quello che è successo questa settimana alla Casa Bianca. Questa è una realtà. E ogni giorno che passa spuntano sempre più persone infette“, ha osservato l’immunologo parlando agli studenti dell’American University: “Non è una bufala. È una situazione spiacevole quando vediamo cose del genere, perché avrebbe potuto essere evitata”.
Rispondendo alla domanda di uno studente che gli chiedeva cosa dire ai parenti e agli amici che non credono alla pandemia, Fauci ha aggiunto: “In questo momento abbiamo 210.000 persone che sono morte e 7,3 milioni di persone che sono state infettate. A livello globale, ci sono oltre un milione di persone che sono morte. Questa non è una bufala”. E poi: “Non si può dire che le persone in tutto il mondo e gli alleati americani stiano mentendo e definendola una bufala: È la realtà”.

Positivo Stephen Miller, conigliere Trump

Lo staff Pence contrario a plexiglass per dibattito con Harris

Mike Pence, invece, è risultato negativo al coronavirus durante l’ultimo test effettuato nel pomeriggio di martedì. Lo afferma lo staff del vicepresidente. Sempre il suo staff critica l’idea di usare un pannello di plexiglass per separarlo da Kamala Harris durante il dibattito fra i due candidati alla vicepresidenza di questa sera. La decisione è stata presa dalla commissione che organizza i dibattiti presidenziali nel tentativo di prevenire che il coronavirus, se presente, possa diffondersi. “Non pensiamo sia necessario. Ma – mette in evidenza Marc Short, capo della staff di Mike Pence – se Harris si sente più a suo agio con il plexiglass, allora va bene”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.