Cagliari: violano il coprifuoco e bruciano il tricolore

Raid al Bastione Saint Remy. In corso le indagini della Digos

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07
Cagliari

Durante la scorsa notte a Cagliari dopo poco le 22.00 alcune persone hanno violato il coprifuoco notturno, ed appeso una grande bandiera tricolore sul Bastione Saint Remy per poi incendiarla. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia, ma gli autori del gesto erano già fuggiti. “Invitiamo sardi e sarde a ribellarsi contro le leggi ingiuste di questo governo”, è scritto nella rivendicazione del gesto inviata via mail alle testate giornalistiche.

Le indagini della Questura di Cagliari

La Digos della Questura di Cagliari ha avviato le indagini sull’episodio, recuperando i video delle telecamere della zona. Le persone responsabili del gesto rischiano una denuncia per vilipendio alla bandiera. Il clamoroso gesto, avvenuto proprio nel primo giorno del coprifuoco disposto con l’ultimo Dpcm, nella rivendicazione viene giustificato con la volontà di protestare per “pretendere che vengano fatti investimenti per la nostra salute e per tutti coloro che stanno soffrendo in questo momento difficile per la nostra terra. Dobbiamo pretendere di non essere trattati più come una colonia. Riprendiamo in mano le sorti della nostra isola”. Il messaggio di chiude con lo slogan in sardo “A fora s’Italia dae sa Sardinnia”, fuori l’Italia dalla Sardegna. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.