Aia richiama spinacine e cotolette: “Rischio presenza di plastica”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:56

Aia toglie alcuni lotti di spinacine e cotolette di tacchino panate, due prodotti fra i più apprezzati della sua gamma dai consumatori, a seguito di alcune procedure di autocontrollo nelle quali è stata ipotizzata la possibile presenza di frammenti di plastica. Il richiamo, diramato dall'azienda veronese (a seguito di una decisione presa auotonomamente in via precauzionale) e anche dal Ministero della Salute, riguarda comunque esclusivamente i prodotti “Spinacine Aia” da 220 grammi e 440 grammi (lotto 07258020) con scadenza 8 giugno 2019; “Bigger Xxl Aia” da 280 grammi (lotto 07258011) con scadenza 8 giugno 2019. Il ritiro, naturalmente, vale anche per i prodotti già acquistati: qualora infatti i consumatori avessero già comprato una o più confezioni dei lotti in questione, Aia ha invitato gli stessi a non consumarli e a riconsegnarli presso i punti vendita nel quale l'acquisto è stato effettuato, dove si provvederà al rimborso o alla sostituzione.

L'informativa

L'azienda (che ha diramato sul proprio sito l'informativa con la quale informa che “i propri consumatori di aver avviato il richiamo dalla vendita delle confezioni di due lotti di prodotti panati”) ha immediatamente attivato un numero verde e un indirizzo mail per chiunque abbia ulteriori dubbi (800.501.509 – servizio.clienti@aia-spa.it). Per quanto riguarda il rischio per i consumatori, nella documentazione messa a disposizione dal Ministero della Salute si specifica che i prodotti in oggetto potrebbero contenere frammenti di plastica bianca.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.