Bambin Gesù: donati 75.000 euro al centro Covid di Palidoro

Acquistati un ecocardiografo multidisciplinare, uno spirometro e 1500 test sierologici per individuare l’avvenuta esposizione al Covid-19

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:16

Un ecocardiografo multidisciplinare, uno spirometro e 1500 test sierologici per individuare l’avvenuta esposizione al Covid-19. Si tratta delle apparecchiature e degli strumenti diagnostici donati al Centro Covid della sede di Palidoro dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dall’Associazione Heal.

Minori positivi

Tramite la Fondazione Bambino Gesù Onlus, Heal ha destinato 75.000 euro dalla somma raccolta grazie all’ultima campagna solidale, durante la settimana di Pasqua, destinandoli all’acquisto di materiale e di macchinari che saranno usati al Centro Covid di Palidoro, punto di riferimento per la Regione Lazio per la presa in carico e il trattamento dei minori colpiti dal coronavirus. L’Associazione lavora da anni al fianco dell’Ospedale occupandosi in particolare di sostenere il lavoro di medici, biologi, ricercatori e infermieri impegnati sul fronte della neuro-oncologia pediatrica.

Gli strumenti

Nel dettaglio, grazie alla donazione effettuata, sono stati acquistati un ecocardiografo multidisciplinare che consentirà di controllare le condizioni polmonari e cardiache dei bambini ricoverati colpiti dal coronavirus e l’evoluzione del loro decorso clinico; uno spirometro che permetterà di controllare la capacità respiratoria dei pazienti e se, una volta guariti, il recupero della funzionalità polmonare sarà completo o meno; 1500 test sierologici che serviranno per un progetto di ricerca rivolto ai bambini visitati nel Centro Covid e che servirà a comprendere se i bambini siano effettivamente più immuni al virus rispetto agli adulti e perché. Il progetto partirà dopo il parere favorevole del Comitato Etico dell’Ospedale.

Campagna solidale Heal

La campagna solidale di Heal ha voluto sostenere il Centro Covid del Bambino Gesù per supportare la collettività in momento difficile come quello causato dall’attuale pandemia. L’attività clinica e di ricerca sul COVID-19 in età pediatrica rappresenta un pilastro fondamentale per la difesa della salute dei bambini e ha ricadute anche sulla qualità dell’assistenza dei numerosi pazienti affetti da disabilità e patologie croniche complesse. Prima di questa donazione, l’Associazione Heal aveva già regalato 10 iPad per i bambini ricoverati in isolamento.

Per approfondire il rapporto tra minori e contagio, leggi anche: “Bambini e coronavirus: le 10 risposte dell’esperto alle paure delle mamme”, l’intervista al dott. Andrea Campana, primario del reparto “covid” di Pediatria Multispecialistica del Bambin Gesù (sede di Palidoro) sui reali rischi per la salute di neonati, bambini e ragazzi in caso di infezione da coronavirus.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.