DOMENICA 21 GIUGNO 2015, 005:15, IN TERRIS

NINA SIMONE: ARRIVA L'ALBUM TRIBUTO PER RICORDARE LA STAR DEL JAZZ

La compilation è stata realizzata da artisti come Lauren Hill, Mary J. Blige e altri nomi noti del panorama musicale

HORTENSIA HONORATI
NINA SIMONE: ARRIVA L'ALBUM TRIBUTO PER RICORDARE LA STAR DEL JAZZ
NINA SIMONE: ARRIVA L'ALBUM TRIBUTO PER RICORDARE LA STAR DEL JAZZ
Il mondo dello spettacolo ricorda Nina Simona, la cantante e pianista del Nord Carolina divenuta icona del jazz ma con una voce capace di variare sulla strada del soul, blues, folk e gospel. Il cinema la ricorderà con il documentario "What happened, Miss Simone?" la cui uscita nelle sale è prevista per il prossimo 26 giugno, e sul versante musicale sarà l'album tributo a celebrare la grande artista americana.

Intitolato "Nina revisited: a tribute to Nina Simone", il disco sarà disponibile al pubblico a partire dal prossimo 10 luglio. Il cd offrirà brani tratti dal repertorio della cantante, e saranno reinterpretate da artisti come Mary J. Blige, Common, Usher, Gregory Porter, Jazmine Sullivan, Lisa Simone - figlia dell'artista - e Lauryn Hill. La voce dei Fugees ha già inciso 6 cover di Nina Simone proponendone una sua originale versione, tra queste le più interessanti sono "Feeling good" e "I've got life".

Nata a Tryon nel 1933 è la sesta di otto fratelli e già da piccola rivela un'ottima predisposizione per la musica. Con le sorella suonerà in chiesa con il nome di "Waymon Sisters" ma a causa del pregiudizio razziale che negli anni '40 prendeva il sopravvento, dovette fermarsi per lungo tempo. Prenderà lezioni di piano aiutata dalla comunità di colore locale che le permetterà in seguito di continuare i suoi studi a New York.

Ispirandosi a Billie Holiday si orienta al jazz e cambia il suo nome in Nina Simone, in onore di Simone Signoret, di cui era ammiratrice. Tra i brani che favorirono il suo debutto nell'olimpo dei big della musica vi è "My Baby Just Cares for Me", cover di una canzone scritta da Walter Donaldson con le parole di Gus Kahn. Il pezzo raggiunse il massimo del successo dopo essere stato usato come colonna sonora della pubblicità televisiva per il profumo Chanel No. 5. Di particolare curiosità è l'attacco pianistico del brano che ricorda quello orchestrato dell'aria settecentesca "Al dolor che vo sfogando" composta da Carlo Maria Michelangelo Nicola Broschi, detto Farinelli.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti
il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero

Il senso d'umanità

In seguito alla decisione del Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la sua richiesta di sospensione della...
Una frazione di gioco di Juventus-Inter
CALCIO | SERIE A

Juve-Inter a reti bianche: Spalletti è ancora primo

I bianconeri giocano meglio ma non sfondano: 0-0. Il Napoli può tornare davanti