MERCOLEDÌ 12 AGOSTO 2015, 005:15, IN TERRIS

MILANO: ALLA SCALA "EL SISTEMA" CHE PORTERA' IN SCENA OLTRE 1.000 GIOVANI VENEZUELANI

Il progetto è di educazione attraverso la musica e si è diffuso in tutto il mondo

AUTORE OSPITE
MILANO: ALLA SCALA
MILANO: ALLA SCALA "EL SISTEMA" CHE PORTERA' IN SCENA OLTRE 1.000 GIOVANI VENEZUELANI
Arriva al Teatro alla Scala di Milano con tutto il suo carico di energia, umanità e professionalità “El Sistema”, il progetto di educazione attraverso la musica, che dal Venezuela si è diffuso in tutto il mondo. Da oggi, fino al 4 settembre, con 12 concerti e 8 recite de La Boheme, si esibiranno 1.000 giovani esecutori, appartenenti alle orchestre e ai cori giovanili e infantili venezuelani.

A presentare l’iniziativa che prevede non solo il palcoscenico del Piermarini, ma anche concerti gratuiti al Parco Sempione o in Chiesa (il 23-8 a S.Marco), insieme al sovrintendente Alexander Pereira, sono intervenuti anche Eduardo Mendez, direttore Esecutivo di El Sistema e Gustavo Dudamel, Direttore Musicale Orquesta Sinfonica Simon Bolivar de Venezuela, più volte sul podio della Scala in questi anni.

I giovani esecutori saranno impegnati in programmi che includono un vastissimo repertorio, dalla Patetica di Tchaikovskij alla Nona di Beethoven dirette da Dudamel, fino alla Symphonie Fantastique, diretta da Christian Vsquez. Il progetto sta particolarmente a cuore a Pereira che ricorda un’esperienza simile fatta a Salisburgo, dove ebbe molto successo. “Con El Sistema 700 mila bambini in Venezuela apprendono uno strumento – ha detto il sovrintendente - . Penso che 700mila bambini possano cambiare un intero Paese. Sarei felicissimo se da questo progetto nascesse da noi un ripensamento sull’educazione musicale. Portarlo in Italia mi sembra un segno importantissimo e spero che nasca qualcosa da questa grandiosa idea”.

“E’ un grande momento per noi – è intervenuto Mendez – speriamo di arrivare a 1milione di bambini per la fine dell’anno in Venezuela”. Forse, a fine mese, è l’auspicio di Pereira, potrebbe arrivare in città anche l’uomo da cui tutto partì, Josè Antonio Abreu, il musicista che nel 1975 fondò El Sistema, un modello educativo e didattico che ha dato origine a una rete di orchestre giovanili, cui partecipano ogni anno oltre 400.000 ragazzi, nato per offrire un’alternativa ai bambini delle fasce sociali più disagiate. Dal Venezuale, “El Sistema”, è arrivato anche in Europa, con la formazione della Sistema Europe Youth Orchestra, che tiene in questi giorni il suo Summercamp a Milano.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Theresa May
BREXIT

May, schiaffo dai Comuni: il Parlamento avrà il veto

Governo sconfitto sull'emendamento chiave: l'accordo con Bruxelles passerà dall'approvazione parlamentare
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo