MARTEDÌ 25 GIUGNO 2019, 14:34, IN TERRIS

MUSICA

Michael Jackson, dieci anni senza The King

Per quel 2009 aveva annunciato un tour straordinario: la promessa di un ritorno a quello che, davvero, era il suo regno

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Michael Jackson
Michael Jackson
V

ia se ne andò improvvisamente Michael Jackson, tanto da portare qualche parte della platea dei fan a pensare che avesse fatto solo finta. Dopo dieci anni, probabilmente, anche i più agguerriti delle teorie del complotto avranno imparato a rendersi conto che, in realtà, quella suggestione non era altro che l'inconscio desiderio di non volersi rassegnare a un pop senza The King. Perché di Jacko si può dire (e si detto) tutto, tranne che non fosse il migliore in quello che faceva. Basti pensare alla notizia che fece la scelta di Rolling Stone, nel 2008, di metterlo al 25esimo posto fra i migliori cantanti di tutti i tempi. Un anno dopo Jackson se ne sarebbe andato, senza riuscire a mettere in scena il suo nuovo tour, organizzato dopo un'assenza di otto anni dalle scene e una notorietà dovuta più alle vicende extra-musicali che lo avevano coinvolto, piuttosto che al contributo monumentale dato alla musica da fine anni Settanta in poi. La nuova serie di concerti, lanciata in grande stile alla O2 Arena di Londra e annunciata come il suo final curtain call, Jacko non la iniziò mai, lasciando ai fan un'eredità che, in qualche modo, sembra mancare della sua parte più bella, quella finale.


Il ritorno promesso

Probabilmente è questo che, dopo dieci anni, resta l'interrogativo più grande. Ricordare gli albori dei Jackson 5 o pensare ai fasti di Thriller e di Off the Wall sarebbe riduttivo: quello che tutti si chiedono è come sarebbe stato rivedere Michael Jackson all'opera, in una sessione di concerti che prometteva tutto. E quando tutti giocavano sulla curiosa assonanza jacksoniana The return of the King, incetta di Oscar solo qualche anno prima. La promessa di riprendersi il trono non vide la vera luce, perché Jacko restò a Neverland, senza andare a riprendersi il suo posto al sole. Come sarebbe stato se lo chiedono tutti, sì. Quando annunciò quel tour c'erano 7 mila fan a Londra, gli stessi che, in quel momento, promettevano che lo avrebbero aspettato alla O2. E che, tuttora, continuano a fantasticare sul momento in cui la "sedia" del re sarebbe tornata al suo posto. Perché Michael Jackson va cercato lì, nell'unico posto in cui tutti sono certi di poterlo trovare: nella musica e nel suo talento. Quello davvero immenso.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'eruzione sulla White Island in Nuova Zelanda
NUOVA ZELANDA

Eruzione sulla White Island, aperta un'inchiesta sulla morte dei turisti

La strage di turisti si è verificata a causa dell'eruzione del vulcano Whaakari
IL PUNTO

Il dibattito sulla legge di bilancio e Mes

Tempi stretti per l'approvazione della manovra. Domani voto sul fondo salva Stati
I leader al tavolo delle trattative
IL VERTICE

Zelenskij-Putin, prove di disgelo sul Donbass

I due leader si incontrano a Parigi: promesso il rilascio dei prigionieri e la smobilitazione entro marzo 2020
Un frame del video dell'opera di Banksy postato sui social
STREET ART

Il commovente murales natalizio di Banksy in un video virale

Al centro dell'opera i senzatetto soli durante le festività
Antonio Salieri e Wolfgang Amadeus Mozart (Foto di scena)
TEATRO

Amadeus, il dramma dell'uomo contro il genio

In scena al Teatro della Pergola di Firenze, dal 10 al 15 dicembre, l'opera di Peter Shaffer sotto la regia di Andrej...
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
POLITICA

Governo, una verifica dopo la Manovra

Il premier Conte dà l'ok a un confronto in maggioranza a gennaio: "Serve un cronoprogramma fino al 2023"
La Natività in cui la Sacra Famiglia è separata, realizzata dalla Claremont United Methodist Church in California
STATI UNITI

Il Presepe con la Sacra Famiglia in gabbia

L'iniziativa di una Chiesa metodista contro la politica migratoria di Trump
ANNIVERSARIO

40 anni dalla missione di solidarietà nel Sud est asiatico

Nel 1979 l'Italia soccorse un migliaio di profughi vietnamiti che vagavano per il mare con mezzi di fortuna in una drammatica...
LA GEOPOLITICA DELLA TECNOLOGIA

Washington-Pechino, guerra commerciale sui pc

La Cina ha ordinato la rimozione delle apparecchiature e dei software stranieri entro il 2022
Abitazioni e strutture lesionate
SISMA E RICOSTRUZIONE

Ecco perché la terra può tremare ancora

Il sismologo Saccorotti: "Il governo scelga se investire un euro nella prevenzione o spenderne sette nella...
I talebani hanno da sempre rifiutato i negoziati con il governo afghano, che reputano un sodale degli Stati Uniti - Foto © Sorin Furcoi per Al Jazeera
AFGHANISTAN

Perché i dieci soldati morti indeboliscono i negoziati di pace

L'attacco rivendicato dai talebani a due giorni dai colloqui di Doha
A LEZIONE DI UMANITÀ

Nelle 42 scuole Penny Wirton per imparare l’integrazione

Un docente per ogni alunno. Come funziona l’insegnamento gratuito della lingua italiana agli immigrati