MERCOLEDÌ 11 SETTEMBRE 2019, 11:00, IN TERRIS


SCOPERTE

Lo strano caso della medusa aliena

La rivelazione choc in una spedizione nell'Oceano Pacifico: l'animale ha un piccolo "ospite" al suo interno

LORENZO CIPOLLA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Un fermo immagine della neo-medusa ripresa dai ricercatori - Foto © Ocean Exploration Trust
Un fermo immagine della neo-medusa ripresa dai ricercatori - Foto © Ocean Exploration Trust
G

li abissi marini sono davvero la "casa" delle creature più strane e intriganti. In una di queste si sono imbattuti i ricercatori dell'associazione no profit Ocean Exploration Trust quando, a bordo del sottomarino Nautilus si sono spinti fino a 790 metri di profondità nell'Oceano Pacifico. Il video con le straordinarie immagini girate dal team di scienziati è stata pubblicato da La Repubblica.


La scifomedusa

Sui fondali di Baker Islands, nella località Pacific Remote Islands Marine National Monument - la più vasta raccolta di aree protette sotto un'unica giurisdizione, quella degli Stati Uniti - gli uomini e le donne della spedizione si sono trovati davanti agli occhi qualcosa di davvero curioso. Poteva sembrare un foulard che galleggiava morbido nell'acqua ed emanava luce propria. Ma si trattava invece un essere vivente con al suo interno persino un ospite. I ricercatori si sono profusi in espressioni di curiosità e meraviglia - "È una medusa?", "È grande!" e "È spaventosa" - davanti a quella che dovrebbe essere una Deepstaria, una medusa della classe degli Scizofoi. A questa particolare varietà di gelatine, dal corpo molto sottile e molto esteso, mancano i tentacoli urticanti. Per cacciare quindi lo scifoide deve aspettare che le prede si trovino sotto la sua campana per chiuderla di scatto e intrappolarle. Si possono osservare delle linee che attraversano il corpo come delle rette parallele e formano un motivo a maglie geometriche. In realtà queste "righe" sono i canali che portano gli alimenti dallo stomaco della medusa al resto dell'ombrella. E la creaturina rossa al suo interno? Si dovrebbe trattare un crostaceo dell'ordine degli isopodi, il quale vive nella campana della scifomedusa. Il crostaceo ha così un doppio vantaggio: si tiene al riparo dai predatori e si ciba, si pensa, del tessuto gelatinoso della sua padrona di casa.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Vacanze
FERIE

In vacanza a settembre 3 italiani su 10

Come cambiano i flussi turistici: giovedì a Roma un convegno sulle prospettive di un settore-chiave (5% del pil)
Test dell'Hiv
MESSINA

Nasconde l'Hiv e contagia 4 donne

Una di loro, l'ex compagna da cui aveva anche avuto un figlio, è poi morta
SANITÀ

Muore per una semplice trasfusione

Secondo le prime indagini, alla base uno scambio d'identità
La certificazione del record (foto Ansa)
RECORD

Il profiterole da Guinness è Made in Italy

Per realizzare la torta i pasticcieri di Latina hanno usato novemila bigné. Il primato precedente era svizzero
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte
GOVERNO

Conte II, giurano i sottosegretari

La cerimonia si è tenuta a Palazzo Chigi
Norcia, terremoto del 2016
TERREMOTO

Scossa 3.0 in Umbria

Quattro eventi nel giro di 20 minuti con epicentro a Norcia
PENSIONE

Riscatto laurea: si studia sconto anche per lavoratori pre-1996

La norma attuale prevede agevolazioni per chi versa i contributi da dopo il 1996. Nel 2019 già 32mila domande
Willy il Coyote e Bee-Beep - Foto © Looney Tunes
TELEVISIONE

Buon compleanno Willy il Coyote, 70 anni senza arrendersi

Il 16 settembre 1949 nasceva dalla penna di Chuck Jones il cartone animato-simbolo della ricerca della felicità