Venezia: riapre il campanile di San Marco, simbolo di ripartenza

La riapertura del campanile è il primo segnale di ripresa in Piazza San Marco, la prima attrazione turistica che riprende dopo mesi di fermo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30
Il campanile di San Marco, a Venezia

Ha riaperto stamane il campanile di San Marco, il “paron de casa” di Venezia, dopo mesi di chiusura a causa dell’emergenza coronavirus. Un centinaio i visitatori, tutti veneti e alcuni veneziani, che hanno avuto questa mattina per primi la possibilità di salire sul punto più alto della città per avere il miglior colpo d’occhio sulla laguna.

Il “paron de casa” simbolo di ripartenza

La riapertura del campanile è il primo segnale di ripresa in Piazza San Marco, la prima attrazione turistica che riprende, con le dovute restrizioni e precauzioni, dopo mesi di fermo. In Piazza, in questi mesi, solo la basilica di San Marco è sempre rimasta aperta per le celebrazioni della messa. Palazzo Ducale e Museo Correr per ora restano chiusi.

Le norme anticovid

Una quarantina al massimo i visitatori che possono accedere, contemporaneamente, sul campanile, per rispettare il distanziamento sociale. E, prima di salire sull’ascensore, è necessario misurarsi la temperatura e tenere indossata nel modo corretto la mascherina, come prevedono le consuete misure anti-covid.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.