Un viaggio (virtuale) nel cuore della cristianità, la Terra Santa

Grazie a un portale web immersivo si possono raggiungere i luoghi santi e accendere per davvero una preghiera nel Santo Sepolcro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:53

Viaggiare è ancora proibito in tempi (duri) di pandemia. Ma sognare si può, anzi si deve.

Per questo motivo arriva un bellissimo portale immersivo dedicato ai luoghi simbolo della Terra Santa, SantoSepulcro.co.il. Qui, tra foto estremamente fedeli, scattate in tutte le angolazioni possibili, il turista e il pellegrino hanno la possibilità di esplorare in primis la Basilica che ospita la tomba vuota di Cristo.

Ma anche la Chiesa della Visitazione ad Ain Karem, la cattedrale armena di San Giacomo a Gerusalemme, il monastero della Dormitio Virginis e il persino il Muro del Pianto assieme a tanti altri siti ancora.

Tramite lo stesso sito è poi possibile “accendere una candela” e un incaricato lo farà veramente, pregando per la vostra intenzione, all’invio di una piccola offerta. E naturalmente non manca un piccolo e-commerce di oggetti sacri, perché portare un souvenir da ogni viaggio – sebbene virtuale – è sempre cosa gradita.

I promotori del portale

Il portale è disponibile in otto lingue, anche se i promotori sono di lingua spagnola: lo racconta in un video nella sezione “Chi siamo” il professore di letteratura Eleuterio Castro Esteban, di Salamanca in Spagna.

Il professore racconta che l’idea “Vela de Jerusalén” – questo il nome del progetto – nasce dall’idea di un suo amico imprenditore. Egli si recava spesso per viaggi di lavoro a Gerusalemme. E molti amici e conoscenti, ad ogni partenza, gli chiedevano di pregare per loro e accendere una candela.

Un giorno comprese che, portando una candela come regalo, donava ad un fedele non solo un candela, ma qualcosa di più significativo ed importante; donava una specie di possibilità virtuale di arrivare fino a Gerusalemme, al Santuario cristiano più importante e di stare all’interno di quello stesso Santuario.

Ecco che allora, dopo essere stati prima una pagina Facebook con oltre 10.000 iscritti, si è pensato a questo portale, che cerca di esaudire il desiderio di accendere una candela e pregare sui luoghi dei Vangeli anche per chi fisicamente non può andare.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.