Sulmona, la città dei confetti

Ricca di tradizioni e riti antichissimi è il luogo ideale per una gita culturale e al tempo stesso immersa nella natura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:10

Storia, arte e dolcezza. Sono questi i tre ingredienti speciali che fanno di Sulmona una città incantevole adatta per una gita di piacere.

Sulmona si trova al centro della valle Peligna, in provincia dell’Aquila, in Abruzzo e ha dato i natali al poeta latino Ovidio ed è conosciuta in tutto il mondo per i suoi confetti attraverso i quali si può ripercorrere la storia e la cultura della città.

Tra palazzi antichi e gli appennini

La città è ricca di storia e tra le vie del centro spesso spuntano quasi all’improvviso i monumento e gli antichi palazzi. A fare da cornice a questo splendido quadro ci sono poi le montagne. 

Essendo in piena epoca barocca ci sono edifici ricchi di stucchi e capitelli, strade ciottolate che vi porteranno direttamente a rivivere l’atmosfera del periodo medievale..

Cosa vedere a Sulmona

Non si può non visitare il complesso SS. Annunziata del periodo medioevale e ricostruito a più riprese a causa dei terremoti. Accanto si trova il Museo Civico che risale al 1400. Lo splendido acquedotto del 1256 costruito dal figlio di Federico II di Svevia con ben 21 arcate. Tantissime le tradizioni popolari e i riti antichissimi a cui partecipare. 

A pochi passi dal centro storico c’è l’antica Porta Nova chiamata oggi Porta Napoli, perché orientata proprio verso la città partenopea. E’ la porta di accesso che in passato serviva per riscuotere le tasse, è caratterizzata da capitelli e leoncini.

Un po più distante dal centro, si trova un’altra bellezza abbruzzese: l’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone. Si trova a 620 metri ed èun luogo dell’anima dove pregare e riconciliarsi con se stessi e con il resto del mondo.

La visita alle fabbriche storiche

Impossibile evitare la visita alle fabbriche storiche di confetti! Per scoprire tutti i segreti di questo dolce ammirato in tutto il mondo è necessario immergersi completamente nel mondo della confetteria visitando anche il Museo dell’arte e della tecnologia confettiera. Immancabile qualche confetto come souvenir, sfuso o le piccole opere d’arte a forma di fiori o farfalle realizzate artigianalmente.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.