Regno Unito, Arwen è una furia: blizzard artico su tutto il Paese

Inverno gelido piombato all'improvviso sul Regno Unito. La tempesta porterà temperature a -10°C nei prossimi giorni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:24
Tempesta Arwen Regno Unito

Tre vittime nel Regno Unito, tutte dovute alla furia della tempesta atlantica che ormai da diverse ore sta colpendo il Paese. Un nome poetico, Arwen, preso in prestito dalla geniale mente di Tolkien ma che nulla ha a che vedere con la grazia del personaggio a cui si riferisce. I venti hanno superato abbondantemente i 100 km/h, toccando picchi vertiginosi di 160 nelle fasi più violente della tempesta. La furia dei venti ha colpito, oltre che l’Inghilterra, anche l’Irlanda e l’Irlanda del Nord, lambendo anche le coste del Galles. Un uomo è stato ucciso nell’Aberdeenshire, in Scozia, schiacciato dal peso di un albero sradicato dal vento mentre si trovava nella sua auto. Le altre due vittime sono state registrate nella contea di Antrim, in Irlanda del Nord, e nella Contea di Cumbria, nel nord-ovest dell’Inghilterra.

Arwen, inverno artico in Gran Bretagna

Lo scenario sul suolo britannico è di quelli apocalittici. Alberi spazzati via, onde altissime sulla costa e lo Yorkshire completamente imbiancato da una coltre di neve e ghiaccio. Il blizzard ha fatto piombare l’intero Paese in pieno inverno, considerando che anche durante la notte i venti hanno continuato a sferzare intere contee, con raffiche registrate di oltre 90 mph. Ora il peggio sembra essere passato ma la Gran Bretagna si trova a fare i conti con le scorie della tempesta di ghiaccio e vento. Numerosi i danni sulla costa britannica: ancora mezzo milione di famiglie restano senza elettricità. Nel frattempo, i meteorologi prevedono che nei prossimi giorni si assisterà a una vera e propria esplosione artica, con temperature che scenderanno a -10°C. Gravissimi i disagi in tutto il Paese, con la neve che ha bloccato le strade causando l’interruzione dei trasporti e dei servizi essenziali. Il messaggio dei meteorologi è chiaro: “Anche chi vive in città può aspettarsi di raschiare gelo, ghiaccio o persino neve dalle auto lunedì mattina”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.