Pellegrinaggi: verrà siglata un’intesa tra le Vie Francigena, Romea Strata e Germanica

L'accordo servirà a promuovere una sinergia di servizi per pellegrini e viandanti in vista del Giubileo del 2025

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:58
Immagine da Pixabay

Il prossimo 11 settembre, a Roma presso la Libreria Leoniana, sarà firmato il protocollo di intesa tra le vie Romea Strata, Francigena e Romea Germanica. Come riferisce il Sir sarà presente il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano.

Un accordo in vista del Giubileo 2025

Le tre vie insieme coinvolgono una quindicina di Stati in Europa. L’accordo, affermano i presidenti delle tre vie, Massimo Tedeschi (Francigena), Flavio Foietta (Romea Germanica) e don Raimondo Sinibaldi (Romea Strata), “intende promuovere la collaborazione e creare una sinergia al servizio di pellegrini e viandanti che, a piedi o in bicicletta o con altri mezzi, da tutta Europa si recheranno a Roma nel 2025, in occasione del Giubileo che sarà indetto da Papa Francesco.

Sarà una grande occasione per valorizzare la città meta di pellegrinaggio per eccellenza e centro della cristianità, poiché vi si trovano le tombe dei santi Pietro e Paolo, colonne della fede e del cristianesimo delle origini”. Dopo il saluto del card. Parolin, mons. Maurizio Bravi, rappresentante della Santa Sede presso l’Organizzazione mondiale del turismo e presso l’Istituto europeo degli itinerari culturali, terrà una breve relazione dal titolo “Itinerari culturali europei, patrimonio dai tratti cristiani”. Seguiranno una descrizione delle tre vie, la firma del protocollo e la benedizione del cardinale segretario di Stato.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.