Meteo, sabato con piogge al Centro-Nord e domenica soleggiata (ma più fredda)

Rischio nubifragi e grandine al Nord e massime di 30 gradi al Sud. Regioni del Centro in allerta gialla per venti forti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:10
Fonte 3bmeteo

Il primo finesettimana di maggio vede l’Italia divisa in due, con un peggioramento che da un sabato carico di rovesci porta a una domenica di sole e temperature in diminuzione. Previste piogge anche forti nelle regioni settentrionali e del Centro, temperature quasi estive – ma tempo sempre coperto – al Sud.

Rischio nubifragi e allerta valanghe

Un’area di bassa pressione, dovuta da una circolazione ciclonica che interessa un’area che va dal Nord Europa alla Spagna, porta sul nostro paese forti piogge e forti venti nella giornata di sabato. Dal pomeriggio infatti rovesci a carattere temporalesco interesseranno il nostro Settentrione da Ovest a Est. Quattro regioni, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna e le zone di Val d’Ossola e del Biellese in Piemonte, sono in allerta gialla per il rischio pioggia. Rischio di nubifragi soprattutto in Lombardia e Liguria, e di grandinate a livello locale a ridosso delle Alpi.  Sempre in Piemonte e in Trentino si teme per le valanghe, con un livello di allerta di 3 su 5.

Centro e Sud

In Centro Italia, il maltempo è atteso verso sera in Toscana e Umbria con piogge e grandinate a livello locale. Allerta gialla per forte vento in Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise. Nel Meridione attese massime oltre i 30 gradi in Puglia e Calabria fino ai 33-34 della Sicilia. Ciononostante, il cielo sarà coperto e sono previsti rovesci in alcune zone della Campania e della Basilicata. La domenica dovrebbe essere molto diversa dal sabato, infatti ci si attende un miglioramento nel corso della notte con l’arriva di masse d’arie fresca che sgombreranno il cielo dalle nuvole ma faranno abbassare le temperature.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.