Maltempo, Coldiretti: “Ben 105 trombe d’aria in Italia nel 2021″

È quanto scrive Coldiretti dopo la tromba d’aria che venerdì si è abbattuta su Pantelleria causando 2 morti e 9 feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:31

“Dall’inizio dell’anno lungo la Penisola si sono verificate ben 105 trombe d’aria”. È quanto emerge da un’elaborazione di Coldiretti su dati dell’European Severe Weather Database (Eswd) in relazione alla una tromba d’aria che venerdì 10 settembre sera si è abbattuta su Pantelleria causando morti, feriti e molti danni.

“Una drammatica calamità – sottolinea la Coldiretti – che fa salire il conto degli eventi estremi del 2021, in cui si sono registrati in media in Italia di quasi 6 nubifragi al giorno fra tempeste di pioggia, neve, vento, trombe d’aria e grandine”.

“A pagare un conto salato – conclude l’associazione – è l’agricoltura italiana che per effetto dei cambiamenti climatici per gli eventi estremi ha perso più di 14 miliardi di euro nel corso di un decennio, tra produzione agricola nazionale, strutture e infrastrutture rurali”.

La tromba d’aria a Pantelleria e il cordoglio Musumeci

La tromba d’aria che ieri sera si è abbattuta a Pantelleria due morti e nove feriti, di cui quattro in gravi condizioni. A perdere la vita sono stati due abitanti dell’Isola: Giovanni Errera, di 47 anni, vigile del fuoco, e un pensionato di 86 anni, Francesco Valenza.

“Sono vicino alle famiglie delle vittime. La tromba d’aria che è si abbattuta su Pantelleria ha purtroppo provocato due morti, diversi feriti e moltissimi danni. Prego Iddio che il bilancio non si aggravi e sono vicino alle famiglie così improvvisamente colpite negli affetti più cari. Siamo in costante contatto con il direttore della Protezione civile regionale, che si è già attivata”, ha detto il governatore della Sicilia, Nello Musumeci.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.