Il lago di Braies: la bellezza e l’incanto

Tra sentieri, montagne e ottima cucina: cosa fare durante la tua vacanza in Alto Adige

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05

L’espressione più abusata è “perla delle Dolomiti”. Ma vi assicuriamo che non ci sono parole, tra le tante che pure vengono utilizzate, per descrivere la bellezza e la magia del Lago di Braies. Diventato famoso al grande pubblico grazie ad una serie tv con il mitico Terence Hill, questo piccolo lago alpino stupisce per l’incanto con il quale si presenta all’escursionista.

Un percorso adatto anche ai meno sportivi

Innanzitutto possiamo dire che è facilmente raggiungibile in auto (quando la strada che si arrampica fino al lago è libera da vincoli di percorribilità), oppure con gli efficientissimi servizi pubblici dell’Alto Adige, oppure semplicemente a piedi. La passeggiata che conduce a Braies attraverso una stradina asfaltata che poi si inerpica verso il lago è abbastanza semplice e non presenta difficoltà di sorta. Insomma, se avete tempo e buoni polpacci, potete provare a fare la salita di 3 chilometri e mezzo che conduce in paradiso. La salita è di circa un’ora e mezza, anche qualcosa di più se preferite fermarvi ad ammirare il panorama o a ristorarvi in un punto di riposo.

I colori della natura si fondono in un unico paesaggio

Arrivati al lago potrete contemplarne la bellezza: nelle acque color smeraldo del lago si specchia la spettacolare Croda del Becco. Ed arrivati a ridosso delle rive, non è arrivato ancora il tempo di fermarsi.

L’escursione del girolago è una bellissima esperienza. Facile per tutti, il circuito si snoda lungo la circonferenza di Braies con un misto di sentieri, scale, salite e discese. Piacevole e di grande suggestioni, alla ricerca di scorci nuovi per fare fotografie sempre diverse, con angolature e luci differenti.

Tutte le emozioni che offre il lago

Le opportunità, naturalmente, non si fermano qui. Dopo la passeggiata, se avete voglia, potete affittare una barca in legno in una specie di palafitta lungo il lago. Da quel momento in poi potreste remare per circa un ora sulle acque di Braies godendo di un punto di vista sensazionale del lago stesso e delle montagne che lo incorniciano. Una escursione, questa, che non è possibile fare in inverno quando il lago è completamente ghiacciato. Ma quando però è possibile provare – con le dovute cautele – la notevole ebbrezza di passeggiare sulla superficie del lago gelato. Ecco, queste sono alcune delle emozioni che è possibile vivere a Braies.

Organizzazione top, per una vacanza con i fiocchi

Un punto di vantaggio è dato anche dalla perfetta organizzazione che avvolge questa bellezza naturale. Ci sono i parcheggi, anche se di regola a pagamento, ci sono i ristoranti, c’e’ anche un albergo che si specchia sulle acque. E tutto il percorso che sale verso Braies è costellato di diversi punti di ristoro dove è possibile immergersi nella buonissima cucina altoatesina. Per non parlare delle decine di alberghi, bed&breakfast, agriturismi di cui è disseminato tutto il territorio circostante.

Braies, insomma, è un luogo che vale la pena vedere almeno una volta nella vita. Sia che vi troviate nelle altre pur meravigliose località dolomitiche, sia che decidiate di venirci a posta, per sperimentare la gioia di una o più giornate immersi in una località indimenticabile. Meraviglia ed ospitalità perfetta: nulla di meglio da chiedere!

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.