Il Lago Maggiore visto dal Piemonte

Un giro al lago tra le Isole Borromee e vicino a tre incantevoli città turistiche: Stresa, Verbania e Baveno.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:10

Le isole Borromee, vero “gioiello” della famiglia Borromeo, sono la meta perfetta per un weekend fuori porta o per una vacanza di lunga durata, in pieno relax… L’isola dei Pescatori è l’unica ad essere abitata, sebbene da una piccola comunità. Le altre due isole sono meta dei turisti che visitano i due splendidi palazzi e i relativi giardini, famosi in tutta Europa per la qualità del paesaggio e per la cura e la varietà delle architetture vegetali. Nell’Isola Madre è presente anche una numerosa fauna di volatili orientali, mentre l’Isola Bella possiede invece un giardino che, abilmente progettato nei secoli, presenta fioriture multicolori per tutto l’anno, a rotazione tra le varie specie floreali.

Le margherite di Stresa

Proprio difronte le isole Borromee c’è l’incantevole comune di Stresa, con la sua romantica passeggiata lungolago: immersa nel verde, con giardini ben curati, palazzi storici e alberghi in stile liberty. Impossibile resistere alle “margheritine di Stresa”: paste frolle delicate e dalla consistenza vellutata.

Il comune “diffuso” di Verbania

Un comune sparso, spesso definito il giardino sul lago: con i suoi molteplici centri, Verbania è piuttosto estesa affacciandosi su di un lungo tratto della costa piemontese del Lago.

L’acqua di Baveno

Baveno è la terza città in Piemonte per presenze turistiche, sorge al centro del Golfo Borromeo ed è caratterizzata da una vista unica sulle isole che rendono indimenticabile il Lago Maggiore. 

Una cittadina lacustre di origine romana, nota per le acque oligominerali e le tante ville da visitare: tutto ben tenute e piene di verde.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.