Ecco quanti italiani rinunciano alle vacanze per il coronavirus

I dati sulle vacanze dell'Osservatorio Mensile sui Consumi Findomestic di luglio, realizzato dalla società di credito al consumo del gruppo BNP Paribas in collaborazione con Eumetra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:09

Quanti italiani rinunceranno quest’anno alle vacanze per colpa del Covid-19? Tanti: quasi un settimo del totale. Per l’esattezza, il 14%. I dati arrivano dall’Osservatorio Mensile sui Consumi Findomestic di luglio, realizzato dalla società di credito al consumo del gruppo BNP Paribas in collaborazione con Eumetra. Nel mese di giugno l’incremento maggiore delle intenzioni d’acquisto dell’Osservatorio mensile Findomestic è stato registrato proprio nel settore turistico. “Le intenzioni d’acquisto sono tornate ai livelli precedenti l’emergenza sanitaria. La voglia di consumare è tornata quella di prima e l’incremento maggiore si registra nel settore dei viaggi (+38,3%) – si legge nel ‘barometro’ -. Segno evidente della voglia di lasciarsi definitivamente alle spalle il lockdown”.

Lo studio sulle vacanze

Nel giugno 2019 il 65% degli italiani aveva già programmato le vacanze. Quest’anno il 54% ha già deciso. Il 27% è ancora indeciso. Il 14% rinuncia espressamente per paura del Covid-19. Tra chi partirà, l’89% ha come obiettivo l’Italia e ha scelto la Penisola in particolare per sostenere la nostra economia (53%), ma anche perché non vorrebbe avere “problemi sanitari” al di fuori dei confini nazionali (31%) o addirittura per timore di non essere gradito all’estero (14%). L’estero resta la meta prescelta per l’11% dei vacanzieri.

Spesa prevista

La maggioranza di quegli italiani che, nonostante il Covid e la recessione, andranno ugualmente in vacanza, spenderanno come negli anni passati. Il 67% dei vacanzieri prevede di spendere nel 2020 come negli anni passati, mentre il 25% spenderà di meno e solo l’8% spenderà di più. Con la possibilità di viaggiare, torna dunque la voglia di girare e staccare un po’ dalla routine, prima di un autunno quanto mai incerto. Il timore è che la pandemia torni a colpire l’Italia e il Governo blocchi gli spostamenti di nuovo. Intanto, il Bonus Vacanze, nelle prime 12 ore, è stato richiesto da 72.295 nuclei familiari.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.