A Valsinni a casa della poetessa che ispirò Leopardi

Tutte le storie nascoste del borgo lucano che incanta per cultura e bontà gastronomiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07

C’era una volta Favale ed una poetessa triste che venne assassinata dai suoi fratelli. Non è l’inizio fantasioso di una tragedia, ma l’incipit di una storia realmente accaduta.

La storia nascosta di Isabella

Favale era il nome di Valsinni, località collinare della provincia di Matera, che si trova a pochissima distanza dalle bellissime coste joniche e ad un passo dal massiccio del Pollino. E la poetessa triste è Isabella Morra che viveva nella Favale, passata sotto il dominio spagnolo nel 1528, con la mamma e i suoi fratelli che la assassinarono ad appena 26 anni per punirla a causa di una presunta relazione clandestina con il barone Diego Sandoval de Castro che venne anche egli assassinato.

La letteratura passa per la Basilicata

La poetessa assurse a grande fama grazie agli studi di Benedetto Croce e considerata antesignana del Romanticismo. Se ci si vuole immergere nell’atmosfera di quei tempi un viaggio a Valsinni è consigliabile agli amanti della storia poco conosciuta della letteratura.

Visite consigliate

Qui si può visitare il castello Baronale dei Morra, edificato poco dopo l’anno 1000 su una fortificazione longobarda. Il Castello è molto suggestivo e nei suoi ambienti rivive il periodo di Isabella Morra. Anche il panorama che si contempla dall’alto è veramente di grande impatto. Legato alla poetessa ed ai suoi luoghi c’è il Parco Letterario a lei dedicato che consente di scoprirne i luoghi con rievocazioni letterarie, teatrali. Non mancano i cantastorie che eseguono canzoni del periodo di Isabella.

Tra gli altri documenti da visitare ricordiamo la Chiesa Madre, risalente al XVII secolo, dedicata alla Madonna dell’Assunta e che si trova nel cuore storico di Valsinni e che contiene le reliquie di San Fabiano, protettore di Valsinni.

Cibi da non perdere

Nel borgo di Valsinni è possibile accedere a degustazioni eno-gastronomiche di prodotti tipici della Basilicata: dal celebre peperone essiccato e croccante (crusco), ai salumi e formaggi locali. Non mancano autentiche specialità come la pasta fatta in casa che vengono condite con la mollica del pane nella tradizione della cucina povera lucana. Visitando la bella Basilicata non mancano le sorprese, e Valsinni è una di queste. Valsinni è una sorpresa…tutta da scoprire!

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.