Zero, qualcosina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:00

In questi ultimi giorni si è data enfasi sulla crescita dell'occupazione in modo tale che i media potessero riportare la notizia positiva e tranquillizzare i cittadini. Si tratterebbe di una crescita di 25 mila unità; pur essendo una goccia in un mare di disoccupati, uno zero virgola poco, meglio di niente. Però va detto che questa storia della crescita di occupati a piccole dosi, poi alternate a perdite, è un trend che si verifica davvero da molti anni, e che ha riguardato davvero tanti governi che si sono alternati da anni. La verità è che finché la semina degli interventi strutturali sui costi di sistema delle produzioni di beni e servizi sarà scarsa, il numero dei  disoccupati permarrà sempre alto. A nulla serviranno le composizioni dei dati per dare in definitiva numeri striminziti, perché non faranno altro che determinare ancor più irritazione e sfiducia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com