Tv e radio sempre più urlate e aggressive

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:00

Da qualche anno, nelle trasmissioni radiofoniche come in quelle televisive, ci sono dei personaggi prezzemolo che comunque vadano le discussioni, urlano i loro concetti, offendono i loro interlocutori, dicono parolacce, esasperano gli animi, istigano spesso all’odio ed al disprezzo. Contro coloro che hanno un'opinione diversa, inoltre interrompono initterrottamente gli altri. I talk show, con loro, sono fortemente cambiati: da occasioni di confronto, a rissa. Sono gli stessi organizzatori ad esigere la loro presenza anziché emarginarli, come sarebbe accaduto immancabilmente fino a qualche anno fa. Sono convinti che una discussione pacata, tra persone colte attraverso il confronto e lo stimolo alla riflessione nel pubblico, non sia gradita alla platea di telespettatori. Ma qui risiede il punto! Radio e TV hanno smesso di svolgere una funzione per lo sviluppo culturale delle persone, ed hanno deciso di somigliare sempre più alle discussioni nei bar. Si intende, non tutto va così, ma sempre più il modello è quello. Meditate gente!

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.